......................
Amministrazione
Trasparente
......................
 
Mauro Casavecchia
Sociologo
ECONOMIA   
...........................................

La geografia delle vocazioni territoriali

La centralità dei luoghi
L’attuale percorso di ridefinizione dell’architettura territoriale - che si tratti di città metropolitane, aree vaste, unioni di comuni, fino alle ipotesi di integrazioni macroregionali - avviato all’interno del grande cantiere delle riforme istituzionali può rappresentare una grande opportunità, non solo di modernizzazione della pubblica amministrazione ma anche di concreto rilancio economico e sociale e di rigenerazione del motore di sviluppo dei territori. Se si intende perseguire questo più ampio obiettivo occorre tuttavia sfuggire al rischio di considerare il processo di revisione dei confini amministrativi come mero adempimento normativo, utile tutt’al più ad ottenere una pur doverosa ottimizzazione di poche funzioni gestionali. È essenziale invece indirizzare le energie verso la costruzione di alleanze strette tra i luoghi che condividono esigenze analoghe, avendo ben presenti le identità distintive locali, e verso un più efficace raccordo tra istituzioni, forze produttive, centri della conoscenza e comunità sociali dei territori coinvolti, nel solco delle politiche nazionali ed europee.
Anche nella prospettiva europea, infatti, lo sviluppo di iniziative di cooperazione interregionale - ovvero di strategie macroregionali - è ritenuto un passo determinante ai fini dell’efficacia del nuovo approccio territoriale place-based fatto proprio dalla politica di coesione, che resta il principale asse di riferimento per i territori che intendono cimentarsi con lo sviluppo locale. Mentre però, muovendo da questa consapevolezza, in Europa una nuova generazione di politiche territoriali sta ridisegnando città e sistemi locali dal punto di vista sociale, ambientale, urbanistico, rafforzandone competitività ed efficienza, il ritardo che registra il nostro Paese su questo tema denota una sostanziale assenza di visione strategica, non solo politica ma eminentemente cognitiva: l’afasia del dibattito pubblico deriva anche dalla carenza di analisi e interpretazioni adeguate dell’organizzazione territoriale, economica e sociale dei contesti regionali (Calafati e Mazzoni, 2008).
Un progresso in questa direzione è rappresentato dalla recente pubblicazione della nuova geografia dei sistemi locali del lavoro disegnata dall’ISTAT sulla base dei dati dell’ultimo Censimento (ISTAT, 2015b). I sistemi locali, in quanto partizioni territoriali basate su criteri funzionali, possono difatti costituire un valido strumento non solo per lo studio del territorio ma anche per la definizione di politiche per lo sviluppo locale e di politiche settoriali, come ad esempio negli ambiti dell’industria, dell’occupazione, della pianificazione territoriale, dell’ambiente, dei trasporti (Iommi, 2015).
Il presente contributo si propone dunque di tracciare un’analisi descrittiva dei contesti territoriali dell’Italia mediana - intesa come aggregazione dei sistemi locali di Umbria, Toscana e Marche - per metterne in evidenza similarità e divergenze, anche rispetto al resto della penisola, lungo alcune dimensioni caratterizzanti: i lineamenti socio-demografici, la specializzazione produttiva, le performance competitive collegate a produttività, costo del lavoro, occupazione e apertura verso l’estero, la vocazione culturale e attrattiva.
(continua...)

©Agenzia Umbria Ricerche

 

 

 
La dinamica reale del PIL
Mauro Casavecchia - Elisabetta Tondini
Squilibri demografici in corso
Mauro Casavecchia - Elisabetta Tondini
Per lavorare conviene studiare
Mauro Casavecchia - Elisabetta Tondini
L'occupazione si trasforma
Mauro Casavecchia - Elisabetta Tondini
Reddito di cittadinanza: l'Umbria tiepida
Mauro Casavecchia - Elisabetta Tondini
L'Umbria delle fragilità
Giuseppe Coco
In Umbria le pensioni attutiscono la perdita di Pil
Elisabetta Tondini - Mauro Casavecchia
Regionalismo ed equità
Giuseppe Coco
Il Reddito di cittadinanza sta centrando il suo bersaglio?
Mauro Casavecchia - Elisabetta Tondini
L'Umbria non ha il mare
Elisabetta Tondini
La dimensione socio-demografica dei sistemi locali nell’Italia mediana
Mauro Casavecchia
L'Italia di mezzo che si trasforma
Elisabetta Tondini
L'Umbria nell'Italia centrale
Elisabetta Tondini
Investimenti: una questione anche di binocoli
Sergio Sacchi
Profili macroeconomici
Elisabetta Tondini
La geografia delle vocazioni territoriali
Mauro Casavecchia
Industria manifatturiera ed esportazioni
Sergio Sacchi