......................
Amministrazione
Trasparente
......................
 
Giuseppe Coco
Dir. Rivista AUR&S  
 
 
IDENTITÀ  
...........................................

Isolamento e qualità dell'Umbria: due interviste a Raffaele Rossi

Qui di seguito ripropongo due interviste che ebbi la fortuna di fare a Raffaele Rossi per conto del “Giornale dell’Umbria” nel 2006 e nel 2007. Si tratta di due testi che ancora oggi si rivelano molto attuali e che meritano senza dubbio di essere oggetto di riflessioni.

UMBRIA SCONGIURARE L’ISOLAMENTO

Perugia - Parlare di infrastrutture non è una cosa semplice. Questo tema, tra l’altro, spesso è reso impraticabile da contrapposizioni ideologiche che non favoriscono sempre il giusto e pacato confronto. Oggi noi ne parliamo con Raffaele Rossi. Direttore della rivista di studi storico-sociali «Umbria Contemporanea», che ha dedicato gran parte del suo ultimo numero proprio all’argomento.

Direttore la questione infrastrutture è legata a doppio filo con concetti quali «stanzialità» e «movimento». Cosa ne pensa?

L’organizzazione della vita sociale nello spazio ha fatto sempre riferimento a questi fondamentali concetti. D’altronde le città si nutrono di movimento e le strade, in fondo, ne spiegano le funzioni, i compiti e i meccanismi di base. Inoltre, la strada, insieme realtà fisica e metafora potente, non serve solo per congiungere le città fra loro, ma sviluppa e regola un movimento molto importante. Le vie di comunicazione nel rapporto città-strade sono l’aspetto di una stessa realtà. Comunque, mi preme sottolineare che i concetti di «movimento» e «stanzialità» sono due elementi che debbono essere in equilibrio, in modo tale che le strade possano essere funzionali alle città, all’ambiente naturale e, non da ultimo, alle esigenze di vita delle popolazioni.

Quanto sono importanti le strade per lo sviluppo di un territorio?

Veda, spesso si dice che il commercio crea le strade, ma tutti sanno che le strade non bastano a creare il commercio; in altre parole, io credo che le strade di per sé non sono sufficienti a fare ricchezza se non c’è la virtù creativa delle comunità urbane. Il mio dubbio è che le strade e le autostrade possano, a volte, funzionare non solo come fattori di sviluppo, ma anche, almeno per una parte della società regionale, da mito e da succedaneo delle necessarie riforme. Colgo l’occasione per fare un esempio che reputo importante e cioè la vicenda della costruzione dell’autostrada del Sole. Erano gli anni dell’acuto scontro sociale sul problema della mezzadria, delle lotte operaie e cittadine contro le pesanti smobilitazioni nell’industria, quando gran parte delle forze sociali e politiche si unirono nella forte manifestazione di uno sciopero regionale per contrapporre al tracciato ufficiale la Variante umbro-sabina. Essa prevedeva l’attraversamento nord-sud dell’Umbria. Orvieto era logicamente contraria, mentre Terni prendeva le distanze da tutti, puntando su un collegamento con l’autostrada direttamente ad Orte. Non era la prima volta che sui problemi delle infrastrutture viarie e ferroviarie l’Umbria manifestava le antiche vocazioni alle divisioni e non sarebbe stata nemmeno l’ultima. In pratica, come agevolmente si può notare, già allora si presentava una diversa valutazione nell’intendere il problema autostradale, che dalla maggior parte era considerato un fattore importante per lo sviluppo, tanto più efficace quanto più toccava le maggiori città della regione.
(continua...)

©Agenzia Umbria Ricerche

 

 
 
La clessidra orizzontale
Giuseppe Coco
Competenze tecniche e qualità umanistiche, chiavi di accesso al lavoro del futuro
Elisabetta Tondini
L’Italia centrale in punta di dibattito fra economia e cultura
Francesco Musotti
Volti dell'Umbria
Giuseppe Coco
Verde e francescana: le fondamenta di una narrazione
Giuseppe Coco
La cultura come motore di sviluppo
Mauro Casavecchia
Connessioni economiche: fotogrammi
Elisabetta Tondini
L'importanza dell'immagine nell'economia contemporanea
Elisabetta Tondini
Economia e luoghi
Elisabetta Tondini
Investire in cultura per conservare il futuro
Mauro Casavecchia
Il patrimonio culturale come fattore identitario
Mauro Casavecchia
L'identità umbra e la grande bellezza
Mauro Casavecchia
Le certezze e i nuovi universi della narrazione umbra
Giuseppe Coco
Il futuro delle regioni tra metamorfosi e identità
Giuseppe Coco
Cuore verde e Grande bellezza: le vocazioni territoriali dell'Italia mediana
Mauro Casavecchia
Isolamento e qualità dell'Umbria: due interviste a Raffaele Rossi
Giuseppe Coco
L’identità umbra e la ricerca
Claudio Carnieri